sabato 14 marzo 2009

parole in libertà

Zang Tuumb Tuuuumb vibbrRR Toumb
tOumm maAAaaaaa ioooOOO

Se vi piacciono i rumori, la velocità, le sperimentazioni letterarie

se vi lasciate coinvolgere dall'amore del pericolo, dal passo di corsa, il salto mortale, lo schiaffo ed il pugno...

se non avete cura di sintassi e punteggiatura ma prediligete i giochi onomatopeici e vi affascina la città e tutto il suo brulicante movimento... quest'anno non perdete d'occhio mostre, convegni, spettacoli con i quali sarà ricordato il centenario della nascita del Futurismo!

Nel 1909 Marinetti dava inizio all'avventura di uno dei più noti movimenti d’avanguardia del XX secolo. Non solo arte, ma questo movimento coinvolse la vita intera... dall'architettura, gli abiti, i tappeti, la politica, gli ambienti, fino al gilet ed alla cravatta!

Riapre per questa occasiona anche la Casa d'Arte di Fortunato Depero, a Rovereto. In quelle sale il poliedrico futurista voleva non solo esporre il proprio lavoro tra arazzi, giocattoli, grafica, ma anche offrire alla città un luogo dinamico di formazione ed incontro.

-----
Zang Tuumb Tuuuumb vibbrRR Toumb tOumm maAAaaaaa ioooOOO

If you like noises, speed, the letterary experimentations

If left to be involved from the love of the danger, from the step of race, the mortal jump, the slap and the punch.

if you dont take care of word order and punctuation but you preprefer the onomatopeic games and you are fascinated about the city and all its movement… this year you must pay attention to conventions, shows that will be remembered, the centenarian of the birth of the Futurismo!

In the 1909 Marinetti it gave beginning to the adventure to the main movements of avanguard of XX the century. This movement was involved in not only art, but the entire life… from architecture, dresses, carpets, politics and the ambience, to the waistcoat and the necktie!

The House of Art of Fortunato Depero's in Rovereto re-opens for this occasion. In this house the versatile futurist did not only expose just the work between tapestries, games, diagram, but also offered to the city a dynamic place of formation and meeting.

1 commento:

dario ha detto...

La mostra di Depero è proprio bella! Depero ha anche inventato il Buxus, un materiale per decorazioni artistiche, beh, un genio